lunedì 15 ottobre 2012

Cucina Regionale Piemontese: Risu e castògne sèche

@http://lacasadi-artu.blogspot.it/


Eccoci nuovamente al nostro appuntamento con la raccolta di ricette e idee dall'Italia che cucina.
Seguendo la stagionalità oggi vi parleremo di

Castagne e/o frutta secca

Quale argomento migliore per festeggiare la metà del mese di ottobre. Nei boschi le foglie iniziano ad ingiallire, si raccolgono funghi, castagne, frutta secca e le preparazioni che riusciamo a proporre in tavola riportano i colori e i profumi della natura! che ne dite di fare un giro per le regioni??


FRIULI VENEZIA GIULIA: Torta povera di "Nuvole di farina"
PIEMONTE: qui da me

La castagna è il frutto del castagno, un frutto "secco" non polposo, racchiuso in un involucro spinoso (il riccio) eppure da sempre presente nella tavola degli Italiani; nelle zone più povere era il sostentamento per il lungo inverno, i contadini si nutrivano e sopravvivevano grazie alle castagne. Anche il Piemonte vanta una cultura a livello di produzione di castagne e suoi derivati, infatti vengono coltivate, raccolte e lavorate già in loco. Si trovano sciroppate, glassate, secche, sotto forma di confetture, di farine, nei liquori e nelle birre.
La castagna ha un alto potere nutritivo, (200kcal ogni 100 gr!!!), ricca di fibre, di zuccheri e di sali minerali.

Ma è inutile dilungarmi, della castagna saprete già tutto...


Passo alla ricetta in dialetto (tratta da "I novesi a tavola") a grande richiesta, visto che non le mettevo da un bel po'.

Trai èti id castògne sèche
trai èti id risu
trai cugè d'oriu
ina sigula
in cugiò id pursème trigò
vèin biancu
brodu

Metì a bògnu è castògne per almenu 16 ure. Faje buji per 2 ure nt-l-ègua sarò e un cugiarein d'oriu.
Faj in sufritu id sigula e purseme, metighe u risu, lasanda cose cmè fò un risotu, prima ncu i vèin biancu e poi è brodu. Aa fein susajighe è castògne scuraie e fai cose per un menutu.

Risu e castògne sèche


Ingredienti
3 etti di castagne secche
3 etti di riso
3 cucchiai di olio
una cipolla
un cucchiaio di prezzemolo tritato
vino bianco (Gavi)
brodo vegetale
sale
Procedimento
Mettere a bagno le castagne per almeno 16 ore. Farle bollire per 2 ore in acqua salata con un cucchiaio di olio. Fare a parte un soffritto di cipolle e prezzemolo, aggiungere il riso e fare cuocere come per fare un risotto, prima con il vino bianco, poi con il brodo. Alla fine aggiungere le castagne scolate e far cuocere ancora qualche minuto.

Riso e castagne secche

note:
* si può sostituire il prezzemolo con il rosmarino
* a piacere presentare con una macinata di pepe nero
* servire con un buon vino della zona: Gavi, io dico che sta bene e voi???

Il Gavi è un vino prodotto in provincia di Alessandria, in un territorio di 10 comuni, Gavi compreso. L'uva dalla quale si ottiene questo vino è il cortese. Può essere vinificato fermo, frizzante o spumante.
Il suo colore paglierino e il profumo delicato sono unite da un sapore asciutto, è un vino armonioso, con una alcolicità intorno ai 10.5°. Come molto vini bianchi si presta ad un consumo entro i due anni dalla vendemmia, ma vi garantisco che regge bene se conservato a dovere anche i 5-6 anni. Io ho aperto una bottiglia del 2009 Gavi DOCG La Maddalena della Cantina Produttori del Gavi.


60 commenti:

  1. Un risotto con la castagna?????
    Ma oggi ho scoperto che noi Calabresi a mangiarle solo arrostite ci stiamo davvero perdendo.....Grazie Artù..un post davvero interessante e una ricetta splendida!!!!!!!!!
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  2. Amica mia, che risotto!!!direi spettacolare e presentato divinamente bene!!!!bellissimo il tuo post in dialetto!!!!Sei sempre precisa ed invogli ad ogni piatto....doti rare!Un abbraccio grande e buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Risotto delizioso Michela!!! che non conoscevo:-) tra l'altro, ma che voglio provare:-). Complimenti, sei sempre bravissima:-) un abbraccio e buon lunedì, CInzia

    RispondiElimina
  4. Il riso con le castagne… annaffiato con un ottimo vino, cosa volere di più? Bellissima ricetta, presentata benissimo e che bello il post in dialetto!! Grazie mille cara per il tuo impegno, un bacione, Babi

    RispondiElimina
  5. Ehhh tu non deludi mai tesò! :D Che spettacolo.. un riso così, un bel bicchiere di vino.. ed ecco la felicità! :) Complimenti di cuore! Un abbraccio forte e felice lunedì!

    RispondiElimina
  6. E io che con le castagne non sapevo farci niente hiihihhi ottima idea sarà saporitissimo!Ciao

    RispondiElimina
  7. Mi piace moltissimo questo risotto!!!
    Da provare sicuramente!!!

    RispondiElimina
  8. Buongiorno carissima :) un piatto molto chic secondo me bellissimo come lo hai presentato e con le castagne secche mi incuriosisce il gusto!!!
    Buon inizio settimana e un abbraccio
    P.S. Accetto anche un bicchiere di Gavi:)

    RispondiElimina
  9. E brava la mia tesora :))
    Bacio e buona settimana !

    RispondiElimina
  10. adoro il Cortese mamma mia ci feci anche una ricetta, gli spaghetti ubriachi. Che buono questo riso e ricordati che puoi sempre partecipare al mio contest con altre 2 ricette

    RispondiElimina
  11. Ciao Artà,
    questa ricetta è uno splendore...adoro le castagne e ogni volta devo stare attenta perchè ne mangio fino a star male....non ho limiti! Adoro la versione della ricetta in dialetto..è un patrimonio importantissimo e il tuo contributo è stato meraviglioso!!!
    Un bacio e buon lunedì
    Paola

    RispondiElimina
  12. Tesor ma che bontà!!!
    Da com'è presentato sembra un piatto di alta cucina di quei ristoranti tutti raffinati!
    bravissima davvero!!!

    mi sa che mi segno la ricettina e provo a farla davvero!
    bacioni e buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  13. ma che bel giro per lo stivale che sto facendo questa mattina!
    Una ricetta più buona dell'altra! :)
    Un riso con le castagne secche? E chi ci aveva mai pensato!
    Mi piace molto!
    Ciao cara! un bacio!

    RispondiElimina
  14. Deve essere buonissimo! Complimenti e una buona settimana!

    RispondiElimina
  15. Bellissimo piatto, davvero molto ben curato e preparato con grande cura.
    Tantissimi complimenti.
    Elisa e Laura

    RispondiElimina
  16. Questo riso deve essere squisito! Non l'ho mai mangiato ma devo rimediare!
    Buon lunedì!
    Ciao

    RispondiElimina
  17. Buonissimo il risotto con le castagne!!! :-) buon lunedì.. baci

    RispondiElimina
  18. che bel piatto, non l'ho mai mangiato. ciao

    RispondiElimina
  19. ma fantastico! non sapevo che ci si potesse fare un risotto! buonooo

    RispondiElimina
  20. Sul vino mi fido del tuo suggerimento, io non ci capisco niente, ma anche su questo risotto sento di potermi fidare ciecamente!! ;)

    E pensare che quando ero bambina un caro amico ci regalava un intero sacchetto di castagne secche e la mia mamma non ci faceva praticamente mai niente!!!! Che peccato!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  21. castagne secche mai provate con il riso e nenache con la pellicina intorno.. Proverò
    P.S. sono attenta a quello che scrivi e quindi...
    Bacio

    RispondiElimina
  22. Buono questo risotto... non l'ho mai assaggiato ma mia nonna faceva le zuppe di castagne quand'ero piccola, mi riporta indietro nel tempo. Buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  23. cara Artù...un risottino raffinatissimo e soprattutto gustoso!!!
    io lo preferisco con il prezzemolo e...con un bel calice di Gavi è perfetto!!!
    bacioni e buona giornata

    RispondiElimina
  24. interessante questo appuntamento!
    pare di fare il giro del Bel Paese in pochi minuti :-)
    che favola è questo riso con le castagne? tu sai che io ADORO il riso (l'ho appena mangiato per pranzo !) e condito cosi mi sembra già BUONISSIMO!
    un abbraccio cara :-)
    ps ho ripreso a cucinare, presto posterò ancora su una ricetta thai!

    RispondiElimina
  25. Questo è uno dei piatti che potrebbero farmi amare l’autunno. E che con la giornata grigia di oggi scalderebbe il cuore e porterebbe un bel sorriso :)Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  26. Buonissio Michy!

    Baci

    Lucy :-)

    RispondiElimina
  27. Artù,questo risotto e pazzesco...e la presentazione:DIVINA..bacio,buon lunedi:)

    RispondiElimina
  28. un'altra bella ricetta salata con le castagne, da provare, un bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  29. che bontà questo risotto, peccato non averlo potuto assaggiare l'anno scorso. sono felicissima poi di rileggere la ricetta in dialetto. Un abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
  30. Probabilmente i piatti poveri rientrano tra quelli più buoni perché aguzzavano l'ingegno!! E anche da un piatto strepitoso, generoso, se vuoi, in tutta la sua bontà!! Da custodire con cura anche la tua ricetta!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  31. mi piace da matti leggere il tuo piemontese, diverso da quello delle mie parti! :-)))) passo a cena da te? slurp...

    RispondiElimina
  32. Ciao Carissima Artù bellissima ricetta certo io preferisco quella tradotta, non ti nego che ho cercato di leggere ma non ho capito niente!!!!! Ahahaha! Ti ringrazio per la risposta di qualche giorno fa, spero che tutto torni a splendere nella tua vita. Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Ciao Artù, lo sai che non ho mai mangiato un risotto cucinato così? dev'essere buono,potrei provare a farlo e vedere il risultato, se lo faccio ti linko...

    Ti andrebbe di partecipare al mio primissimo contest???? Mi farebbe piacere...del resto io e te come food blogger non abbiamo quasi mai interaggito...fammi sapere
    ciao

    RispondiElimina
  34. Ciao Michy che buono questo risotto! Io ci vedrei bene anche un dolcetto non troppo invecchiato, ma giovane, oppure anche una freisa frizzante, che ne dici? Bacio bacio a presto

    RispondiElimina
  35. sì, sì, per me Gavi fermo, ma che buono e adattissimo a questo risotto sostanzioso e ben presentato...bravissima! un bacio grande!

    RispondiElimina
  36. Che bella la ricetta in dialetto, bravissima, e si ci sta bene il Gavi.
    Piatto delizioso!
    Buona serata

    RispondiElimina
  37. Ottimo lavoro o meglio un capolavoro! Un abbraccio fortissimo e ottima anche la scelta del vino

    RispondiElimina
  38. ...e si,arriva l'autunno ed è tempo di castagne! Non ho mai provato la versione col riso, sicuramente da provare! Mi sembra delizioso questo tuo riso con le castagne secche, specialmente se accompagnato da un buon vino! Ciao

    RispondiElimina
  39. @ Renata: ah aha grazie cara!
    @ yrma: grazie di cuore!
    @ Cinzia: sei gentilissima ...grazie
    @ babi: grazie a te per il tuo gran lavoro che fai sempre
    @ ely: brindiamo??
    @ Tina: ah ah ah si é molto saporito!

    RispondiElimina
  40. Ottimo questo riso..poi con le castagne...mi piace un sacco!!!brava ^^

    RispondiElimina
  41. Ciao volevo invitarti al nostro concorso
    http://orodorienthe.blogspot.it/2012/10/buongiorno-tuttei-voi-e-con-viva-e.html

    RispondiElimina
  42. provai per la prima volta questa ricetta ad un matrimonio e devo dire che mi piacque davvero molto :D

    RispondiElimina
  43. è da un po' che cercavo la ricetta ma non mi fidavo molto :S mentre tu sai la stima che ripongo in questo blog , ecco perché prendo subito carta e penna e me la segno :)

    RispondiElimina
  44. un piatto delizioso!:-) adoro sia il riso che le castagne...

    RispondiElimina
  45. @ carla: ma grazie
    @ ombretta: grazie di cuore, brindisi?
    @ mary: grazieee
    @ elena: ma grazie cercherò di mandarti altre ricette
    @ paola: mille grazie di cuore!
    @ rumi: grazie davvero per la gentilezza

    RispondiElimina
  46. @emanuela: ma grazie a te!
    @any: grazie
    @elisa e laura: grazie a voi
    @ribana: grazie anche a te
    @claudia: grazie tesoro
    @ivana: grazie!

    RispondiElimina
  47. @ eva: eh già...hai visto??
    @ loredana: ecco averle adesso sapresti che cucinarci!
    @ stefania: queste secche sono già sbucciate, quindi ci si evita il lavoraccio della doppia pellicina
    @ gioia: che belle le zuppe, mi ricordano anche la mia di nonna!
    @ donaflor: grazie di cuore cara
    @ vaty: aspetto le tue ricette con ansia! baci

    RispondiElimina
  48. Meno male che non l'hai pubblicato quell'altro!!! Se non la smetto di scrivere i commenti in word per evitare errori di scrittura e fare poi copia-incolla...peccato che a volte mi resta l'incolla sbagliato!!!
    Questo risotto è uno di quei piatti che mi fanno apprezzare l'autunno per i suoi sapori. Mi piace molto l'idea di usare il rosmarino al posto del prezzemolo. Tra le erbe aromatiche è una delle mie preferite. Un bacione grande e...pardon per il qui-pro-quo!

    RispondiElimina
  49. @ federica: a chi lo dici, con un bicchiere di vino ti scaldi eccome
    @ lucy: grazieeeee
    @ tina: mille grazie
    @ 2 amiche: grazie anche a voi
    @ stefania: grazie di cuore anche a te
    @ elly: mille mille ringraziamenti anche a te

    RispondiElimina
  50. un risotto alle castagne! buono! ci sono davvero tante belle ricette in giro! anche questa non è da meno! particolare! p.s. io ho problemi di connessione purtroppo :(

    RispondiElimina
  51. What a post! You sure have created magic with this one

    RispondiElimina
  52. @Batù: hai ragione, assomiglia di più al dialetto ligure questo della bassa alessandrina
    @mariangela: grazie di cuore, so che mi siete vicine
    @nidalea: ma certo vengo subito a leggere
    @carla emilia: si in effetti anche nel libro da cui ho tratto la ricetta indicava il dolcetto, ma io amo usare lo stesso vino che ho usato in cucina, cosi mi hanno insegnato...
    @elena: grazie di cuore, un Gavi anche per te
    @vittoria: grazie, un altro Gavi per la mia dolce amica

    RispondiElimina
  53. @sabrina: ma grazie cara
    @molly: grazie davvero per la tua gentilezza
    @emi: grazie!
    @orodoriente: ma grazie e benvenuti da me!
    @antonella: ma davvero? sai che è una ricetta vecchissima??
    @antonella: fammi sapere se ti viene bene e se ti piace

    RispondiElimina
  54. Che bello il tuo riso... quella presentazione è fantastica. Mi piace la decorazione, è davvero molto chic.
    Complimenti per la ricetta, mi viene una gran voglia di provarla.

    RispondiElimina
  55. @maria luisa: ma grazie cara
    @federica: non ti preocccupare, anche io sono solita a fare qualche paciugo ....ti adoro sei il mio idolo!!!

    RispondiElimina
  56. @vichy: ma grazie mille
    @cquek: grazie di cuore

    RispondiElimina
  57. @ Ilaria: ma grazie, sei molto gentile!

    RispondiElimina
  58. Chissà che profumino in quella casa....e fortunato il maritino!
    Clo

    RispondiElimina
  59. @ clo: il marito ha apprezzato davvero tanto!

    RispondiElimina
  60. Adoro le castagne e questa ricetta voglio proprio provarla! Me la segno!

    RispondiElimina

Pubblicherò i vostri commenti appena possibile! NON ALLARMATEVI SE NON LI VEDETE...spesso li pubblico una volta alla settimana! GRAZIE!!!!

ATTENZIONE:
Non verranno pubblicati i commenti lasciati da utenti anonimi che non si firmano! grazie per la comprensione.