lunedì 10 dicembre 2012

Panata di Natale: Cucina Regionale Piemontese

@http://lacasadi-artu.blogspot.it/

Il mese di Dicembre è sicuramente un mese intensissimo in molti blog di ricette e di cucina, da almeno 10 giorni si iniziano a vedere post dedicati a biscottini speziati, panettone, pandoro, torte decorate a tema, cupcakes meravigliosi e tanti altri sfizi.

Con il gruppo della raccolta di Cucina Regionale capitanate da Babi e Renata abbiamo deciso di proporre oggi nelle varie cucine un argomento che vi piacerà di sicuro

Idee salate per le feste

PIEMONTE: qui da me 


La tradizione Piemontese riporta nelle festività numerosi piatti che vi ho già presentato in occasioni diverse con le uscite della raccolta delle ricette dell'Italia che cucina. Basta scorrere il mio tag nelle etichette "Cucina Regionale Piemontese" e troverete un sacco di idee. Inoltre nella tavola delle feste di Natale sono presenti anche diversi piatti la cui origine non è solamente piemontese o comunque non è certa e sicura la maternità di tale origine....Sfogliando i miei libri (vi ricordo che ormai siamo già a quota cinque volumi di sole ricette regionali piemontesi!!!) ho scovato una ricettina dei tempi passati davvero interessante, della quale non avevo più ricordi, ma che sicuramente vi piacerà!

Panata di Natale 
(tratto dal libro-ricettario "I novesi a tavola")

in dialetto novese (provincia di Alessandria)

séinque cugè id pan gratà e brustulì - in ètu id sausisa - frumògiu gratà - mès litru id brodu id capon

Fai brustulì è pan gratà in t-ina teréinna, féinna c-u n-òbia pià im bel curù.
Fai scadò bain è brodu e sunsaighe di tuchèti id sausisa sainsa pèle e è pan brustulì.
Finì id fò buje e servì bèl còdu ncu na brancò id frumògiu.

in italiano

cinque cucchiai di pane grattugiato e tostato - 100 gr di salsiccia - formaggio grana grattugiato - mezzo litro di brodo di cappone (pepe nero Tec Al)

Fare tostare il pane grattugiato in una terrina (possibilmente di terra cotta) finchè non abbia preso un colore dorato.
Far scaldare bene il brodo di cappone ed aggiungervi i pezzetti di salsiccia (senza pelle) e il pane tostato.
Riportare ad ebollizione e servire ben caldo con una abbondante manciata di formaggio grana.
Io ho aggiunto anche del pepe nero Tec Al.

Questa ricetta è una elaborazione del più conosciuto pan cotto, piatto semplice delle campagne, il fatto di usare del brodo di cappone e l'aggiunta della salsiccia lo rende un piatto da festa!

Panata di Natale

un caldo e confortevole primo piatto di Natale

Come sempre spero che la ricetta sia di vostro gradimento e vi ricordo che il prossimo appuntamento sarà venerdì 21 dicembre....

L'Italia che cucina vi aspetta...


48 commenti:

  1. Adoro il fatto che scrivi la ricetta anche in piemontese, amica mia! :) Complimenti di vero cuore, proponi sempre delizie! E ti voglio tanto bene, ma questo lo sai. Un abbraccio immenso, pieno d'affetto :)

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione!!! questa idea ci piace proprio !!! Bravissime e ottimo questo piatto!!!buon lunedì!!!

    RispondiElimina
  3. Ho un freddo che non ti dico
    e questa piatto tesoro adesso sarebbe davvero perfetto...caldo e ricco!!!!!!Una bellissima ricetta
    Complimenti dolce Artù
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  4. Ma che bello, un piatto povero della tradizione, che diventa un piatto da Re per le feste!!!
    Bravissima!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. pensavo fosse simile alla panada sarda! invece è più una minestra maritata napoletana! incredibile i dialetti! deliziosa questa panata! un piatto sostanzioso davvero ottimo! ciao cara!

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima Artù!!!!! La cucina della tradizione è quella che preferisco, profumi sapori e ricordi di una volta!!! Meraviglioso!!!
    Bravissima, gran bella proposta!!!!
    Ti mando un bacio grande grande!!!!

    RispondiElimina
  7. il brodo a natale non può certo mancare....specialmente dalle mie parti...ottima ricetta cara!
    bacione

    RispondiElimina
  8. Ho sentito nominare il pan cotto da mio papà ma non ho mai avuto modo di assaggiarlo. Certo è che la tua minestra è un comfort food perfetto per queste giornate gelide, Natale o no :) Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  9. :Q__ tesoro tu mi leggi nella mente, oggi avrei davvero voglia di questo piatto caldo che ti scala tutta compresa l'anima!!
    hai fatto una gustosissima ed ottima scelta!
    viva i tuoi libri di cucina e pure te!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Che buonooooo, mi piace tantissimo, con questo piatto si scalda il cuore!

    RispondiElimina
  11. che buona complimenti semplice ma davvero gustosa!!

    RispondiElimina
  12. E' il periodo servono ricette natalizie ahhaha..ottima anche la tua gustosa ricetta cara!Buona settimana ciao

    RispondiElimina
  13. che bella idea una raccolta di ricette salate natalizie, un tocco di originalità :)
    complimenti

    RispondiElimina
  14. Festivo, facile, elegante...cosa chiedere di piu ad un piatto del genere???? Sei stata BARVISSIMAAAAAAA!!!(e meno male che cucini poche cose natalizie!!!)

    RispondiElimina
  15. Anche noi stiamo facendo scorta di libri regionali.. è bello però riscoprire piatti che lentamente si stavano perdendo.
    Molto bella la tua tazza di brodo!!
    buona settimana.

    RispondiElimina
  16. Buongiorno cara!!
    Una ricetta sempòlice e buona!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  17. Buongiorno cara:) come sempre ci fai scoprire piatti sempre nuovi :) mi piace perché saporita gustosa e calda :)
    Un bacio e buon lunedì

    RispondiElimina
  18. Ma che buona questa zuppa cara, con il gelo di questi giorni cade veramente a fagiolo!! :)

    RispondiElimina
  19. Ho appena assaggiato i"purpetielli"di tina ed ora son qui a gustare la panata!Mi son divertita anche a leggere in dialetto torinese e devo dire che sono una frana,ma ho recepito comunque tutta la bontà della tua tradizione!Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
  20. hai ragione, è sicuramente un piatto da festa!

    RispondiElimina
  21. Il cappone è da sempre legato alle feste. La minestra da noi è tipica della sera di Natale, quando tutti sono talmente sazi dal pranzo e si vogliono tenere leggeri. Chissà perché però dopo la minestra ricominciano a mangiare... :-)

    RispondiElimina
  22. Beautiful photos, and the food looks incredible!

    RispondiElimina
  23. Questo pan cotto mi sembra bello saporito e sicuramente una bella coccola con questo freddo !ciao e un abbraccione !

    RispondiElimina
  24. adoro la vostra rubrica,un modo per conoscere piatti da tutte le parti dell'Italia...ottima la tua proposta,un bacio grande:)

    RispondiElimina
  25. Hai scritto bene da me, siamo proprio sorelline separate alla anscita. la tua ricetta in brodo è deliziosa soprattutto per l'aggiunta della salsiccia che rende il piatto proprio ricco e festoso. un bacione

    RispondiElimina
  26. Chissà come deve essere calda e saporita! baci e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  27. Veramente squisito il tuo piatto della tradizione!! Bravissima!
    Buona settimana
    Dana et Dana

    RispondiElimina
  28. Molto particolare!! Sembra anche buona e bella sostanziosa!

    RispondiElimina
  29. con questo freddo è l'ideale! sono due giorni che mangiamo brodo e ci sta alla grande!

    RispondiElimina
  30. e anche da te una coccola a cui è proprio difficile resistere!
    questi piatti della tradizione sono sempre i migliori, sanno di casa amore e passione!
    bacioni

    RispondiElimina
  31. questa sera la gradierei proprio volentieri, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  32. una gran bella zuppa, semplice e saporita, vedo che brodi e zuppe vanno alla grande per le feste, baci

    RispondiElimina
  33. Che meraviglia!! Un piatto super tradizionale vestito a festa per il Natale, mi piace sa di casa e famiglia... e poi deve essere ottimo. Grazie davvero cara, un bacio e buona settimana, Babi

    RispondiElimina
  34. Mi piace molto il tuo piatto, Artù, non avrei mai pensato di utilizzare il pane grattugiato direttamente nel brodo, sto imparando tante cose girando l'Italia con tutte voi! ;)
    Il brodo la fa da padrone sulla tavola delle feste!!

    RispondiElimina
  35. questo piatto tradizionale è buoissimo,veloce e con questo freddo è l'ideale complimenti ciao :)

    RispondiElimina
  36. Che gustoso piatto caldo e nutriente che con questo freddo ci sta proprio bene! Ciao

    RispondiElimina
  37. E' la ricetta giusta al momento giusto (dell'anno)

    RispondiElimina
  38. Questa non la conoscevo...è una versione ricca (per la salsiccia e brodo di cappone) dell famosa panada ...piatto povero della mia zona,,,non siamo vicini di casa per niente!!!
    bacioni!

    RispondiElimina
  39. Ciao Artù è bello conoscere antiche tradizioni culinarie di altre regioni e questo è adatto per il giorno di Natale, semplice e gustoso. Ti ho donato il premio "sunshine award" .) Rosalba

    RispondiElimina
  40. Michela!! Passare da te è sempre un piacere:-)! Eccomi finalmente tornata e ho finalmente finito di sistemare un pò dopo il rientro:-). Sai che conosco questa ricetta ma non l'ho mai provata:-)Adesso la proverò:-) un bacione grande grande tesoro e non mollare!!

    RispondiElimina
  41. Avrei detto che la panata fosse tipo imparo panificato .. Invece nulla. Vedi le cose che si imparano grazie a questa vostra bellissima iniziativa :)

    RispondiElimina
  42. Mi piace tantissimo preparare questo piatto, specialmente in questo periodo in cui le giornate sono fredde e si sente il bisogno di una pietanza calda e corroborante. Grazie per la tua versione della ricetta

    RispondiElimina
  43. le ricette regionali ti fanno imparare tante cose...

    RispondiElimina
  44. Quanto sono buone le ricette della tradizione!!!! Complimenti si presenta benissimo.Ciao.

    RispondiElimina
  45. La panada la conosco bene , sun Piemunteisa !!
    mi ricorda la mia infanzia taaaaaaanti anni fa!!

    RispondiElimina
  46. splendido piatto che io definirei anche molto comfort! io amo molto i piatti della tradizione e grazie alla vostra rubrica sto imparando davvero tante cose grazie:* .. un bacione michela e complimenti:**

    RispondiElimina
  47. Una ricetta semplice ma squisita, profumata, proprio da festa. Anche tu hai usato il brodo di cappone, ma quanto si somigliano le nostre cucine... bacione a presto

    RispondiElimina
  48. Ciao Artù,
    che squisito e stuzzicante pancotto rielaborato!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina

Pubblicherò i vostri commenti appena possibile! NON ALLARMATEVI SE NON LI VEDETE...spesso li pubblico una volta alla settimana! GRAZIE!!!!

ATTENZIONE:
Non verranno pubblicati i commenti lasciati da utenti anonimi che non si firmano! grazie per la comprensione.