martedì 19 maggio 2015

Canestrelli di Ovada | Cucina Regionale Piemonte

@http://lacasadi-artu.blogspot.it/

Pic Nic? Come definireste la vostra idea di pic nic?

Nel mio immaginario di piccola bimbetta il pic nic è sempre stato un evento carico di entusiasmo ed aspettative. Da noi si usava definire "pranzo al sacco" il fatto di prepararsi un bel po' di leccornie che potessero reggere il trasporto dentro una sacca, o uno zaino, o un cesto di vimini (ma questa opzione solo se il percorso era semplice ed agevole per arrivare con tutto integro!) e che potessero essere consumate in allegria stesi su coperte a quadretti o tovaglie giganti, rigorosamente seduti a gambe incrociate.
Il mio passato nel Gr.Est. parrocchiale mi ha sicuramente aiutata ad essere una persona molto alla buona e senza pretese, una bella merenda era assicurata con  l'intramontabile pane e salame, qualche frutto ed i canestrelli di magro, detti canestrelli al vino o da fiera.

Questi canestrelli sono un must nel basso Piemonte, forse qualcuno di voi ricorderà alle fiere di paese una piccola bancarella improvvisata con due ceste appoggiate su due seggioline in legno, le ceste erano coperte da un telo bianco e appese con due bastoncini facevano bella mostra delle "collane" fatte con spago e i bellissimi canestrelli dorati facevano da "perline". Il mio godurioso piacere, dopo averle acquistate, era infilarmele dalla testa e annusare la mia collana di canestrelli!
Purtroppo il tempo è passato, le tradizioni scompaiono e le nuove leggi sull'igiene non approvano questo tipo di vendita ambulante....

Ma dopo tutte queste chiacchiere forse avete già capito che oggi con il gruppo Cucina e territorio di casa nostra propone i migliori e tradizionali

Dolci da pic nic


Cucina della Lombardia: Cucina Lodigiana "La Bertuldina"
Cucina del Friuli Venezia Giulia: Buzolai di blade
Cucina del Piemonte: Canestrelli di Ovada (qui da me)
Cucina della Toscana : Schiacciata fiorentina
Cucina del Lazio:  bocconotti di ricotta
Cucina della Campania :crostata di marmellata
Cucina della Puglia: Taralli con lo zucchero
Cucina della Calabria: Cuddureddi calabresi con pasta madre

Ricetta Piemontese: Canestrelli di Ovada


Allora ecco a voi la vera ricetta dei

Canestrelli di Ovada
(ricetta tratta da "La cucina piemontese in 1000 ricette tradizionali" - Prov. di Alessandria)

Ingredienti
500 gr di farina 00 (io ho usato kamut mista a multicereali)
2 bicchieri di vino bianco (consigliato il Gavi *)
1/2 bicchiere di olio di oliva
200 gr zucchero
una bustina di lievito per dolci (io uso biovegan o baule volante)
1 pizzico di sale

procedimento

  • in una spianatoia o in una ampia ciotola impastare la farina setacciata, con l'olio, il vino e il sale.
  • Aggiungere lievito e zucchero e lavorare fino ad ottenere un panetto di impasto liscio
  • Tagliare dei pezzetti di impasto (dimensione di una noce) (1) e tirare un bastoncino (2) e chiuderlo ad anello (3)
(1)

(2)


(3)

  • Disporre sulla teglia e cuocere in forno caldo statico a 200°C fino a che saranno dorati. Ci vorranno circa 13-15 minuti.
  • lasciare raffreddare e conservare in scatole di latta


Questo canestrello si conserva a lungo, è molto sodo e croccante, adatto all'inzuppo, magari in un buon bicchiere di vino!
Essendo  privo di grassi animali e uova è da considerarsi totalmente vegan.


(*) Il Gavi è un vino prodotto in un'area di alcuni comuni in provincia di Alessandria, vinificato con uve cortese 100% in purezza presenta un colore paglierino più o meno carico, il profumo è delicato e sapore asciutto.


Ricetta tipica del Piemonte

13 commenti:

  1. Buoni!!!!!!
    Alla prossima

    RispondiElimina
  2. molto bella quest'idea dei dolci da pic nic, fantastici i canestrelli

    RispondiElimina
  3. deliziosi da sgranocchiare sempre ,brava e grazie,a presto,continuo il mio giro

    RispondiElimina
  4. MI VIEN VOGLIA DI ADDENTARNE UNO, CERTO CHE IN PIEMONTE ABBIAMO DEGLI OTTIMI PRODOTTI, BRAVA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  5. sono deliziosi i tuoi canestrelli, poi l'abbinamento con il vino è perfetto. Devo provarli entrambi, ti ringrazio, buon pomeriggio carissima.

    RispondiElimina
  6. che golose e con l'aroma del vino chissà che buon profumo avranno

    RispondiElimina
  7. ce l'ho anche io quel libro (bello neh?) e ho letto la ricetta ma naturalmente non ancora provata, visto il risultato assolutamente da fare cara Artù (ma qui in prov di To abbiamo ancora, e a go-gp, i banchetti coi biscotti venduti sciolti, alle sagre e fiere ecc... trasferisciti qui, così ci vediamo :-)) buono il Gavi (era il preferito di mio nonno)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Simo! è troppo bello quel libro, ci sono talmente tante ricette che ogni volta mi perdo nella scelta.
      voglio venire da te a vedere quei bellissimi banchetti nelle fiere!
      bacino!

      Elimina
  8. Ciao carissima Artù sono mancata un po' dal mondo dei blog ma sapere che sei mamma ha reso molto felice il mio ritorno! Un abbraccio grande grande!

    RispondiElimina
  9. Sono deliziosi i canestrelli, poi l'abbinamento con il vino è perfetto. Adoro il Gavi. Un bacione

    RispondiElimina
  10. ciao...Mi daresti un cosnsiglio.. ti aspetto da me!

    RispondiElimina
  11. buoni buoni...li farò da portare al mare di merenda!

    RispondiElimina

Pubblicherò i vostri commenti appena possibile! NON ALLARMATEVI SE NON LI VEDETE...spesso li pubblico una volta alla settimana! GRAZIE!!!!

ATTENZIONE:
Non verranno pubblicati i commenti lasciati da utenti anonimi che non si firmano! grazie per la comprensione.